Questa pagina web utilizza i cookie per scopi funzionali, di comfort e di statistica. Cliccando su «Modifica» sarà possibile variare le impostazioni relative ai cookie in qualsiasi momento. Se acconsentite all'utilizzo dei cookie, cliccate su «Accetto».

Modifica

Position Paper

Il Position Paper di Bosch Termotecnica è un documento che riassume i principali cambiamenti nel contesto normativo e di mercato, evidenziando quelli che riteniamo essere i punti di maggior attenzione al fine di migliorare qualità e sicurezza della vita di tutti.

Abbiamo pertanto fatto nostre le istanze che abbiamo elaborato in seno all’Associazione Assotermica nell’indicare alle Istituzioni precise aree di intervento: dalla disciplina degli accertamenti sulla sicurezza degli impianti di utenza a gas, che non si è ancora realizzata concretamente, all’etichettatura energetica degli apparecchi esistenti per censirne lo stato di efficienza,sino al miglioramento della qualità dell'aria attraverso la sostituzione delle vecchie apparecchiature per il riscaldamento con altre più recenti e a minor impatto ambientale.

In Italia si contano oltre 19 milioni di impianti per il riscaldamento. Si tratta di uno dei parchi impianti più grandi di Europa, ma in larga parte obsoleto e quindi con alti consumi ed emissioni: oltre il 30% dei consumi complessivi di energia finale del nostro Paese sono generati dalle tecnologie impiantistiche per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria (come ad esempio tutto il settore dei trasporti o tutta l’industria). Le potenzialità per aumentare l'efficienza e ridurre i gas serra sono pertanto enormi.

Inoltre il parco nazionale degli impianti domestici alimentati a gas presenta una preoccupante percentuale di impianti non “a norma” (circa il 91%, secondo il CIG) e, nei casi più gravi, potenzialmente pericolosi: è necessario dunque mettere in sicurezza gli impianti quanto prima, garantendo la salute dei cittadini e generando al contempo una effettiva riduzione dei costi per i consumatori, oltre al rilancio del settore.

Così come per Assotermica (Associazione Produttori di Apparecchi e Componenti per Impianti Termici) anche per Bosch Termotecnicala creazione di condizioni politico normative per ridurre i consumi energetici e migliorare la qualità dell’aria, oltre agli ovvii benefici ambientali, rappresenta una importante opportunità di crescita del business.

In particolare:

  • Promuovere l’etichettatura energetica degli apparecchi esistenti per censirne lo stato di efficienza e per sensibilizzare i cittadini sull’opportunità di sostituire i generatori di calore
  • Migliorare la qualità dell'aria attraverso la sostituzione dei vecchi sistemi di riscaldamento con altri più recenti e di minore impatto ambientale (maggiore efficienza = minori emissioni)
  • Sorvegliare il mercato del riscaldamento e della produzione di acqua calda sanitaria in una fase di rapida evoluzione
  • Attuare una semplificazione legislativa - a costo zero - all'attuale schema di certificazione energetica degli edifici
  • Avviare un piano straordinario per il Completamente di Unità Immobiliari Incompiuti
  • Definire un piano di accertamenti per gli impianti a gas esistenti

Scarica il documento per approfondire (0,42, MB)